Chi siamo

Scopri la mission e la storia del volo delle colombe

La nostra mission

Il volo delle colombe è stato fondato nel 2011 da Viviana Cugini Mauro Ferraris, operatori olistici certificati S.I.A.F. (Società Italiana ArmonizzatoriFamiliari), con differenti specializzazioni che vanno dalla naturopatia,  alla facilitazione attraverso incontri individuali, per ritrovare centratura e presenza, consapevolezza si sé. Si avvalgono inoltre tecniche energetiche corporee per scaricare lo stress e le tensioni accumulate, che si sono somatizzate nel corpo.

Operatore olistico cosa fa?

Il compito di un operatore olistico è quello di facilitare la persona a mantenere uno stato di benessere e di salutare energia. Si occupa della parte “sana” delle persone affinché possano ritrovare l’armonia psicofisica attraverso l’uso di tecniche naturali, energetiche, artistiche, culturali e spirituali. Educa, inoltre, al benessere globale e alla crescita personale. Stimola un naturale processo di trasformazione e crescita della consapevolezza di sé.

L’operatore olistico non è un terapeuta, non fa diagnosi e non cura malattie fisiche o psichiche, non prescrive medicine o rimedi che sono di competenza di medici, terapeuti e psicoterapeuti, con i quali, anzi, l’operatore olistico collabora, integrando le sue competenze olistiche a quelle mediche con un unico fine: promuovere il benessere globale della persona. OLOS dal greco significa il TUTTO.
L’uomo viene visto come un ESSERE unico ed indivisibile, dotato di un corpo che è in stretta correlazione con la mente e soprattutto con l’anima: l’energia vitale.

La storia

Il centro olistico Il volo delle colombe è stato fondato nel dicembre 2011 per diffondere e far conoscere attività a carattere olistico. Il nome prende spunto da un’esperienza vissuta da uno dei fondatori: Viviana Cugini, che si racconta così:

“Stavo trascorrendo una tranquilla serata al lago in compagnia del mio cagnolino Lulù. Mio marito, Mauro Ferraris, era dovuto tornare in città per impegni lavorativi.

Dopo una giornata di sole decisi di farmi una doccia, mentre Lulù giocava sul terrazzo. Improvvisamente la nostra cagnolina iniziò ad abbaiare. Stranita da quell’avvenimento, Lulù era una cagnolina molto silenziosa, decisi di controllare cosa stava accadendo. Mi accorsi che stava abbaiando in direzione della casa dei vicini ma per quanto mi sforzassi non notavo nulla che avesse potuto spaventarla. Osservando attentamente il loro terrazzo, scorsi un ciuffetto di piume bianche e due piccole zampine appoggiate alla tenda da sole. Una colomba era immobile, avvolta dalla luce rossastra della sera. Preoccupata cercai di raggiungere l’animale ma senza successo. Una sensazione di impotenza si impossessò di me, non capivo se fosse ferita o tramortita e non avevo modo di aiutarla.

Lentamente il volatile iniziò a spostarsi sulla tenda con piccoli movimenti fino a spiccare il volo con un grande frastuono, le sue ali sembravano enormi, quel volo aveva spostato una notevole quantità d’aria.

Una volta rientrata in casa chiamai Mauro per raccontargli l’accaduto, razionalmente sapevo che non era stato nulla di importante o fondamentale ma il mio cuore mi diceva che quell’animale era stato importante per me in quel momento.

A distanza di pochi mesi, in un giorno di ottobre mentre ero a passeggio con Lulù, trovai un cartello con la scritta affittasi, appeso ad un ambulatorio pediatrico poco distante da casa nostra. Decisi di salvare il numero ma mille domande si fecero strada nella mia mente. “Saremmo riusciti a pagare un affitto? Era la scelta giusta creare un centro?”, senza nemmeno rendermene conto composi il numero e una voce maschile mi scosse dai miei pensieri. Non riuscivo a capacitarmi di aver chiamato senza nemmeno rendermene conto! Dopo aver visitato il centro misi da parte le mie paure e quella mente sempre preoccupata che non mi dava tregua, decidemmo di affittarlo e di costruire tra quelle mura il nostro futuro. Arrivò poi la domanda più importante, “come lo chiamiamo?” e subito visualizzai il volo di quella colomba. Avevamo trovato un luogo a cui dare vita, prima era uno studio pediatrico, dove si curavano i bambini, oggi è nostro e quello che facciamo è aiutare il nostro bambino interiore a ritrovare l’armonia e l’accordo con l’energia femminile e quella maschile”.

Alcune testimonianze

Il viaggio di Martina Designation

“Ho incontrato Mauro volutamente, spinta magari dalla curiosità. Mi ero imposta di parlare con lui di un determinato argomento e alla fine abbiamo iniziato un percorso verso me stessa. Un cammino completamente diverso da come mi aspettavo. In questi incontri ho riconosciuto un mondo interiore, personale, che non sapevo esistesse. La sua gentilezza, la sua capacità di leggerti nel profondo degli occhi mi ha dato così tanta sicurezza e fiducia che poi uscivo dai nostri incontri più sollevata più leggera e felice. Mauro mi ha fatto scoprire cose sul mio passato alle quali davo un potere enorme nella mia vita. Quelle situazioni e le incomprensioni che si erano originate in me dovevano essere riconosciute, comprese e liberate. Quegli incontri mi hanno profondamente cambiata, chiaramente in bene. Sono più consapevole, sono felicissima del percorso che ho intrapreso con lui, che ancora continua e mi stimola a conoscermi sempre meglio. So che il viaggio è ancora lungo ma ho capito che non è tanto importante la destinazione ma il viaggio stesso, che ancora non è finito..”

Nuovi stimoli di crescita: Designation

“Ho incontrato Viviana e Mauro anni fa , quello che ho notato sin da subito è quella loro energia. Un’energia complementare fra loro che arriva a chi li frequenta. La loro tranquillità, la loro accettazione, la continua ricerca rivolta a nuove esperienze ed a nuove conoscenze da trasmettere, per me è un elemento importante per la conoscenza di sé. Li ho visti molte volte nei panni di organizzatori di congressi divulgativi a cui ho partecipato con entusiasmo, dove ho conosciuto relatori nuovi e diversi tra loro, che mi hanno dato stimoli continui. Viviana e Mauro hanno fatto parte della mia crescita personale e saranno sempre un punto di riferimento per nuove esperienze e come accompagnatori di vita.”

Addio rabbia Designation

“Se mi avessero proposto un lavoro sul perdono tempo fa avrei resistito e remato contro. Adesso mi sento aperta a l’idea di lasciare andare il dolore trattenuto per anni. Rancore e risentimenti fanno male soprattutto a me. Sono stanca di vivere nella rabbia. Ilhem è una grande professionista. Grazie”.

Lascia crollare le tue barriere: Designation

“Il lavoro sul perdono, in particolare con mio padre e mia madre, mi è stato molto utile. Credo sia arrivato in un momento della mia vita in cui ero pronta ad accoglierlo, perché finora l’argomento mi interessava a livello teorico ma avvertivo forti resistenze in me nell’affrontarlo col cuore. Grazie per questa opportunità”.

Accettarsi è la via per la felicità: Designation

“Sono sempre stata una ricercatrice per un benessere personale, ho conosciuto Mauro e Viviana ad un congresso che avevano organizzato con la loro Associazione chiamata Il Volo delle Colombe, con tanti personaggi che parlavano del benessere interiore. Proprio quel giorno di ormai 5 anni fa mi si è aperto un mondo. Ho iniziato con Mauro un lavoro di compressione dei miei problemi e limiti. Con la biologa Claudia Rainville ho capito che ogni mio problema fisico era dovuto a un problema animico. Con Daniel Lumera ho compreso che il perdono era la chiave di ogni guarigione. Supportata da Mauro ho piano, piano iniziato a levarmi le maschere. Ora mi alzo al mattino ringraziando per ogni respiro. Ho ancora tante ombre ma la vita non è forse un cammino dove sostenermi affidandomi alla pace e all’accettazione di me. Ringrazio ogni giorno di vivere questo meraviglioso regalo con tutto l’amore includendomi in ogni cosa che provo, sperimento e vivo.”

Il perdono come metodo di guarigione: Designation

“Ho conosciuto Mauro tramite un amica che aveva svolto dei lavori energetici insieme a lui. Così ho deciso di affidarmi e devo dire che sono cambiate tante cose facendo un grande lavoro energetico con lui, sia nel presente che per sbloccare nodi importanti. Con Mauro ho imparato a vivere il presente e a cercare di fare pensieri positivi e in armonia con ciò che dice il mio cuore, il mio istinto e anche un po’ la testa, perché no. Ho imparato a ringraziare anche ciò che mi ha fatto stare male e soprattutto a perdonarlo. Perché perdonando loro ho perdonato me stessa e aggiungo che non c’è pace più grande.”