Testimonianze

La testimonianza di Sara dopo aver seguito un percorso individuale online:

“Mi chiamo Sara, fisioterapista, insegnante di yoga e alpinista. Molto olistica. Come è successo quasi a tutti, anche il mio percorso nelle professioni d’aiuto è iniziato grazie a un bisogno personale di guarire delle ferite profonde e cercare risposte. Ho cercato aiuto. Poi succede che mentre ci si aiuta, si impara e ci si appassiona. Arrivano altre domande e si aprono altre porte. Scopri l’Infinito. Della Mente, del Corpo, dell’Anima. E della Natura in tutta la sua grandezza. La curiosità e il bisogno di risposte mi hanno portata attraverso gli anni in un affascinante viaggio in questa infinità, durante il quale ho avuto la fortuna di incontrare e imparare da molti maestri. Diciamocelo: non è più cosi eccezionale incontrare persone che si collocano in quella che definisco una “zona di transizione dell’evoluzione umana”. Il modello Biomedico è in crisi da un po’. Lo sviluppo personale e la guarigione olistica sono in molti paesi “in voga” già da tempo. Quando si comprendono un paio di lingue e si gira un po’, ci si rende conto che di terapisti, insegnanti, professori, autori, personal coach, guru, operatori olistici ce ne sono un bel po’. E ce n’è davvero per tutti i gusti! Ho passato anni, prima a sceglierli (scartando i numerosi ciarlatani), poi a tormentarli di domande. Cercavo qualcuno che mi desse le risposte. Addormentandomi su libri di Anatomia, Psicologia, Sviluppo Personale, Spiritualità. Imparando e applicando senza sosta su me stessa, cercavo il modo di sintetizzare e ordinare le informazioni, cercavo il filo comune, cercavo “l’informazione Zero”, la Sorgente, la “particella di Dio”, il momento dove dire “ok, ah adesso finalmente ho capito”. Viviana e Mauro non sono divinità. Sono due umani come noi, che hanno passato anche loro anni in questa ricerca. E lo hanno fatto insieme! Unendo le loro energie in una squadra fortissima. La loro eccezionalità, ciò che li rende assolutamente unici è quella di aver saputo “tradurre” l’Infinito in parole semplici, in messaggi chiari, comprensibili a pubblico e professionisti. La loro Forza risiede nella loro semplicità. Non si mettono sul piedistallo dei guru. Rimangono con la radici ben piantate nella Terra, esplorando il Cielo con i rami. Con dolcezza, ma senza tanti giri di parole e andando subito al sodo, ti prendono per mano e accompagnano dentro di te. Ti spiegano come fare per orientarti nel tuo viaggio. Ti aspettano con pazienza (quella si, a volte ultraterrena) mentre sulla tua schiena crescono due magnifiche ali e poi ti guardano spiccare il volo. Come una colomba libera. Mi sono lasciata accompagnare, mentre sperimentavo voli e cadute e mentre tutto l’insieme si chiariva e prendeva un po’ più di senso. Il lavoro con loro è stato il tassello che mi mancava per trovare quell’informazione “zero”, la Sorgente, che altro non è che dentro di noi. Esattamente li dove deve essere. Bisogna “solo” imparare a sentirla (compito non facile). E per far quello, loro sono davvero due guide fantastiche. Non è finito. Non lo sarà mai. Ma ora è un Infinito che ha una direzione. Grazie di cuore a voi.”

Rosanna racconta la sua esperienza ad uno dei nostri seminari:

“Mauro e Viviana sono persone molto accoglienti e ti fanno sentire parte di loro. I seminari da loro proposti sono organizzati bene, c’è il momento dell’accoglienza dove ti danno le informazioni e ti dicono dov’è il tuo posto nominativo; durante il seminario c’è sempre un momento di pausa offerto da loro. I seminari sono molto interessanti e danno spunti per poter lavorare su se stessi, i docenti molto preparati. L’associazione Il Volo delle Colombe è strutturata molto bene, Viviana è disponibile per dare informazioni e precisazioni anche nei momenti vicino alle festività. Mauro e Viviana sono una garanzia.

La toccante mail di Francesca ricevuta dopo un seminario:

“Da alcuni anni partecipo ai vostri incontri e mi sono sempre piaciuti, dalle varie conferenze portavo sempre a casa dei concetti e delle informazioni preziose. Questo mi permetteva di capire e stare bene con me stessa e con gli altri. Ricordo che nutrivo tanta rabbia dentro di me, per determinate cose che mi erano successe nella Vita, come del resto per molti di noi!! Ascoltandovi nelle vostre testimonianze e nei vostri corsi mi sentivo aiutata e tranquillizzata, potevo anche comprendere ciò che non mi spiegavo e che spesso mi destabilizzava. Ho compreso che non valeva la pene prendersela ne con gli altri, ne verso la vita e soprattutto con se stessi ma maturare un atteggiamento diverso comprensivo e meno giudicante. Ho compreso quanto sia indispensabile imparare a stare nel silenzio e nel ascolto verso se stessi!! Prima di conoscervi avevo già fatto dei percorsi ma non erano andati a buon fine. Ero un po’ perplessa e sfiduciata all’inizio ma poi frequentandovi mi sono ricreduta, sono stata bene con voi. Quando entravo nello studio mi sentivo a mio agio, contagiata dal sorriso e dai modi accoglienti di Viviana, una donna molto dolce che fa del suo meglio per accontentare tutti, cosa non sempre facile. Tu Mauro all’inizio mi hai dato la sensazione di stare sempre sulle tue. Poi ti conosciuto meglio ed ho scoperto che sei una persona splendida, c’è sempre qualcosa da imparare con voi. Siete due persone preparate sia professionalmente che umanamente ad accogliere e gestire la sofferenza di chi si rivolge a voi. Vi abbraccio.”

Il primo passo è riconoscere le nostre dinamiche interne:

“Ho conosciuto Viviana e Mauro ad un corso. Poi ho frequentato alcune serate informative e colloqui privati ad Azzano San Paolo presso la loro Associazione culturale denominata Il Volo delle Colombe. Alcune volte sono stata seguita da Viviana, altre da Mauro ed ho potuto apprezzarne la loro professionalità nell’ascoltare le problematiche personali utilizzando tecniche olistiche. Ho trovato in loro un valido aiuto per comprendere ed integrare meglio la mia storia personale e per comprendere al meglio le cause che generavano in me alcune problematiche personali e sociali. Dai loro incontri ho compreso quanto sia importante la comprensione e il non giudizio di se. Ho imparato ad osservare le situazioni che accadono nella mia vita da un altro punto di vista, spesso incompreso e non considerato quando ci accadono delle situazioni difficili. Questo mi ha permesso non solo di uscire da quei copioni che in modo inconsapevole attivavo nella mia vita ai quali rispondevo quasi in automatico e che spesso generavano in me malessere e frustrazione. Grazie di cuore.”

Un percorso profondo:

“Gli insegnamenti di Ilhem sono arricchenti. Il suo modo di insegnare e di comunicare, così chiaro, tranquillo, pacato e anche simpatico, mi fa integrare molto facilmente. Il percorso sul Perdono è stato profondo, illuminante ed efficace. Grazie alla grande competenza di Ilhem mi sono confrontata con l’esperienza del passato, ho compreso molte cose che mi stanno portando verso un cambiamento profondo. Grazie di cuore”.

Perdona e sentirai un’immediata leggerezza:

“La condivisione negli incontri di gruppo mi ha permesso di rendermi conto dell’importanza dell’ascolto da parte degli altri. Questi momenti mi permettono di comprendere molte cose su di me. Il processo del perdono mi fa vedere l’importanza di assumermi le mie responsabilità esprimendo quello che ho dentro per liberarmi dai fardelli di cui spesso non mi rendo nemmeno conto!! Sono finalmente riuscita a lasciare andare un vissuto doloroso e a perdonare mia madre. Grazie Ilhem”.

Barbara racconta i cambiamenti avvenuti dopo il suo percorso individuale:

“Vi scrivo per raccontarvi il mio percorso di crescita personale. Circa 5 anni fa spinta dalla voglia e dal desiderio di cambiare radicalmente la mia vita ho conosciuto Mauro e Viviana. Da questo incontro, detto e fatto, la mia vita è cambiata. Ho capito che per generare un cambiamento in me dovevo cambiare soprattutto la visione di me stessa e il rapporto complicato che vivevo interiormente. Comprendere se stessi è il primo passo verso la realizzazione di sé. Ho imparato a riconoscere che tutto quello che mi accadeva dipendeva da me, soprattutto da come avevo imparato a rispondere a quelle situazioni. Il nostro mondo è il riflesso della nostra coscienza e di ciò che abbiamo dentro. Così ho iniziato il mio percorso, ho visto in Mauro e Viviana delle guide che con professionalità, gentilezza ed amore mi hanno accompagnata verso la luce, sono riuscita a cambiare le mie credenze limitanti, accettare e perdonare ciò che rifiutavo, amare ogni parte di me e aprire il mio cuore alla vita. Oggi ho recuperato il rapporto con mio padre e mio fratello, ho migliorato nettamente la mia relazione di coppia, sono riuscita a cambiare un lavoro che non mi soddisfaceva e mi sono liberata da tante insicurezze e paranoie che mi perseguitavano e mi impedivano di vivere come volevo la mia vita. Ora tutto ha un senso, sono consapevole di me, vedo tutto in modo diverso e ho trovato risposta a domande che mi ponevo da anni.”

Il viaggio di Martina:

“Ho incontrato Mauro volutamente, spinta magari dalla curiosità. Mi ero imposta di parlare con lui di un determinato argomento e alla fine abbiamo iniziato un percorso verso me stessa. Un cammino completamente diverso da come mi aspettavo. In questi incontri ho riconosciuto un mondo interiore, personale, che non sapevo esistesse. La sua gentilezza, la sua capacità di leggerti nel profondo degli occhi mi ha dato così tanta sicurezza e fiducia che poi uscivo dai nostri incontri più sollevata più leggera e felice. Mauro mi ha fatto scoprire cose sul mio passato alle quali davo un potere enorme nella mia vita. Quelle situazioni e le incomprensioni che si erano originate in me dovevano essere riconosciute, comprese e liberate. Quegli incontri mi hanno profondamente cambiata, chiaramente in bene. Sono più consapevole, sono felicissima del percorso che ho intrapreso con lui, che ancora continua e mi stimola a conoscermi sempre meglio. So che il viaggio è ancora lungo ma ho capito che non è tanto importante la destinazione ma il viaggio stesso, che ancora non è finito..”

Davide e il suo bambino interiore:

“Incontrai Mauro alcuni mesi fa, attraverso un passaparola di una mia cara amica che frequentava il centro dove operava Mauro a Montecchia di Crosara. Ad un incontro serale di presentazione sul tema del “Bambino Interiore” ho compreso, dalle informazioni ricevute, che quello era il prossimo step verso la conoscenza di me stesso. Fissai un appuntamento e mi buttai nel buio. Arrivai li con la sensazione che tutto fosse insuperabile come un muro altissimo. Ci mettemmo uno di fronte all’altro, alla domanda perché sei qui? Qualcosa dentro inizio a ridere e a scalpitare, nel frattempo sentivo che i miei occhi si sarebbero riempiti di lacrime liberatorie. Visualizzazioni e alcune pratiche come il test “Kinesiologico Quantistico” e molto altro ancora mi hanno permesso di ascoltare finalmente quella famosa “vocina amica”. Tutte le pratiche svolte son state importantissime per condurmi verso la strada migliore da percorrere per viaggiare e godermi questa Vita. A farmi fare il salto però fu il seminario “La Riconciliazione -Faccia a Faccia con Te stesso”. Un lavoro ben strutturato nel riconoscere e imparare a dialogare attraverso l’ascolto profondo delle ferite vissute nell’infanzia con il proprio bambino interiore “dimenticato”. Il bambino che ho incontrato era molto arrabbiato, triste e “con il muso”. Da Mauro ho appreso moltissimo, parole, uso delle tonalità di voce, atteggiamenti, modalità di respirazione, espressioni che ogni giorno metto in pratica nella vita quotidiana ed operativa, avendo iniziato il percorso di massaggiatore e operatore olistico. La conoscenza di Mauro è stata per me un ulteriore passo nel viaggio esperienziale della vita a cui tutti siamo iscritti. Un ringraziamento a Viviana e Mauro per il loro lavoro di consapevolezza. Auguro a tutti di superare i loro blocchi anche attraverso il loro lavoro accurato e preciso, un grazie alla loro disponibilità fatta di tantissimo amore e accoglienza.”

Un cambiamento che ha coinvolto tutti gli ambiti della vita di Lidia:

“Sono Lidia ho 44 anni, sono sposata ed ho un figlio di 12 anni. Ho conosciuto, circa 4 anni fa ad una conferenza Viviana e Mauro, trattavano un argomento molto interessante e da allora ho iniziato a partecipare a tutti i loro incontri. Due anni fa ho sottoposto mio figlio a dei trattamenti con Viviana, aveva problemi a scuola, lui non accettava gli scherzi fatti dai compagni e reagiva in modo aggressivo, si offendeva molto. Ovviamente la cosa non si è risolta in una seduta ma con il tempo abbiamo scoperto che si portava dentro delle vicende accadute ai suoi antenati e non personalmente sue. A quel punto ho iniziato anch’io a fare trattamenti energetici di vario genere. Da queste sedute ho scoperto che sia io che mio figlio stiamo liberando le memorie emozionali antiche. Io personalmente ho partecipato anche al corso “Chakra e respiro”, suddiviso in sette serate dove insieme ad un gruppo di persone ho potuto acquisire più consapevolezza su questi centri energetici e sui livelli ci coscienza che essi esprimono, nonché attraverso specifici lavori basati sulla respirazione e sull’energia per attivare un processo di pulizia su ogni Chakra. Questo corso era gestito e condotto da Viviana e Mauro, è stata un’esperienza fantastica. Da queste antiche tecniche basate sulla respirazione ho sperimentato come direzionare l’energia che portiamo dentro di noi dall’esterno e veicolarla su ciò che ti fa sentire bloccato, limitato. Il vero processo di trasformazione avviene dentro di te e queste tecniche mi permettevano di raggiungere un buon livello di rilassamento e di consapevolezza. Ho fatto anche dei consulti in videoconferenza, in quanto, avevo problemi nell’ambiente di lavoro, immancabilmente mi sentivo messa da parte anche se a parole mi dicevano sempre e mi dicono tutt’ora che sono molto importante e che contano su di me. Dopo queste consulenze ho visto modificarsi gli atteggiamenti e i comportamenti all’interno del mio ufficio e dei miei responsabili. Cos’altro dire, dopo ogni trattamento mi sento meglio e mio figlio è entusiasta di tornare da Viviana. Sono trattamenti semplici, con il tempo ti senti veramente cambiato e sempre più felice, consapevole che questa è la nostra vita. Grazie a Dio noi esistiamo e ci siamo, credo che questo meriti di essere onorato e credo che il modo migliore di farlo consista nel vivere ogni momento della nostra vita amando noi stessi e tutto ciò che ci circonda. Grazie di esistere e grazie alla Vita. Con le conferenze ho imparato a capire il mio corpo e, piano piano, a conoscere me stessa, osservare quei meccanismi che mi portavano in passato a nascondermi per paura di ferire le persone vicine a me. Ma per fortuna mia e dei miei cari tutto questo ormai è passato.”

Ritrovare il nostro bambino interiore per essere felici:

“Posso dire che il percorso intrapreso con Mauro è stato positivo. Un’esperienza che mi ha permesso di addentrarmi e conoscermi profondamente, osservando ed imparando a gestire emozioni che mi appartengono da sempre e che prima affrontavo con qualche difficoltà. Ho imparato ad accettare e cullare aspetti di me e ora mi sento più serena. Da tempo mi chiedevo: se incontrassi la mia bambina interiore che cosa le direi? Arriva poi Mauro a propormi il seminario La Riconciliazione Faccia a Faccia con Te stesso, come si dice: chiedi e ti sarà dato. È stata un’esperienza forte, trovarmi difronte questa bambina con tutta quella rabbia, accettazione forzata delle cose, quel trattenere il desiderio di gioia, amore, quel sentirsi sbagliata. Quell’aver annullato la propria identità per compensare un vuoto che non conosceva ma che sapeva esserci, come aver rubato il posto a qualcuno. Questo seminario mi dato la possibilità di comprendere tutte quelle emozioni e osservare il ripetersi di schemi che ancora allora stavano influenzando la mia vita da adulta. Poterla ascoltare, abbracciare, coccolare, stringere e dirle finalmente le cose che nessuno le aveva mai detto. E’ stata una vera gioia, una grande emozione. Riportarla a “casa” con me. Questo è un seminario che prima o poi dovremmo fare tutti, riconosce ed accogliere quella parte più autentica di noi che sta solo aspettando di essere ascoltata.”

La riconnessione con sé stessi:

“E’ proprio quello di cui avevo bisogno!! Il percorso intrapreso mi ha permesso di conoscermi e di liberarmi dalla sofferenza. Vivere i processi del “perdono” è stata un’esperienza che mi ha toccato nel profondo, ne avevo proprio bisogno. Mi ha consentito di connettermi molto in profondità con me stesso e di rendermi consapevole di aspetti mai notati prima. Sono strumenti potentissimi per sciogliere la sofferenza e rinascere. Sono pieno di gratitudine. Grazie Ilhem”.

Nuovi stimoli di crescita:

“Ho incontrato Viviana e Mauro anni fa , quello che ho notato sin da subito è quella loro energia. Un’energia complementare fra loro che arriva a chi li frequenta. La loro tranquillità, la loro accettazione, la continua ricerca rivolta a nuove esperienze ed a nuove conoscenze da trasmettere, per me è un elemento importante per la conoscenza di sé. Li ho visti molte volte nei panni di organizzatori di congressi divulgativi a cui ho partecipato con entusiasmo, dove ho conosciuto relatori nuovi e diversi tra loro, che mi hanno dato stimoli continui. Viviana e Mauro hanno fatto parte della mia crescita personale e saranno sempre un punto di riferimento per nuove esperienze e come accompagnatori di vita.”

Francesca e la forza di rialzarsi anche quando tutto sembra perduto:

“Il giorno in cui ho conosciuto Mauro è stato il giorno in cui mi specchiavo e non mi riconoscevo. Quello è stato anche il giorno in cui io per la prima volta ho sentito di essere importante e soprattutto di essere “Viva”. Avevo 26 anni ero nel pieno del mio lavoro e avevo una bimba di 5 anni, lavoravo 16 ore al giorno e in più la bambina da allevare e ascoltare alla sera e un compagno poco presente. Ma di cose ce ne sarebbero da raccontare di quel periodo e degli anni che lo hanno preceduto. Cosa è successo? Un bel giorno soffocata da tutte queste responsabilità e dal poco tempo per me sono scappata. Ho tradito il mio compagno per farmi lasciare da lui. Ho mandato all’aria una vita di sacrifici e la casa che avevamo costruito insieme, ho messo in difficoltà il padre di mia figlia. Ecco la mia prima grande crisi esistenziale. Ero piena di sensi di colpa, ai miei occhi non ero più quella brava bambina che lavorava e aveva messo su famiglia. Avevo deluso tutti, ero sconvolta per il mio gesto, ed ecco perché mi specchiavo e non mi riconoscevo. Non sapevo se volevo ancora vivere o morire su un divano. Dunque avevo ancora il mio lavoro, fortunatamente andava sempre bene e un giorno la moglie del mio titolare, conoscendo la mia situazione, mi disse: ti andrebbe di conoscere Mauro, lui secondo me ti può aiutare. Ebbene questo fu il dono più grande. Mi sono detta: mal che vada svuoto un po’ il mio cassetto e va bene così. Il primo incontro con Mauro è stata una vera rivelazione, grazie al suo modo di fare come naturopata e operatore olistico mi ha dato una grande opportunità quella di incontrare me stessa, la vera me. Mi ero talmente convinta di dover essere quello che gli altri si aspettavano da me che non mi riconoscevo più. Mi ero identificata nell’essere la brava figlia, la brava compagna, la brava madre, la brava professionista, ma non ne potevo più di fare la brava e di accontentare tutti. Mi ero completamente annullata per gli altri, non mi concedevo mai nulla e dopo il tradimento non riuscivo più a guardarmi allo specchio. Parlare con Mauro ad un certo punto mi ha fatto un effetto molto particolare, era come vedermi a terra svenuta e darmi degli schiaffi per rianimarmi, una voce dentro di me urlava svegliati, svegliati. Lui con infinita pazienza mi chiese: “a chi devi far vedere di essere una brava bambina, a chi devi dimostrare di essere affidabile ed efficiente? Cos’altro devi dimostrare?” Attraverso i nostri incontri ho acquisito una nuova consapevolezza di me stessa ed ebbi un’importante presa di coscienza. Compresi che le azioni che facevo, in modo talvolta automatico, erano frutto del mio passato, di ciò che avevo memorizzato addirittura nei primi anni di vita con le persone che mi circondavano e che mi hanno cresciuta. Mauro mi ha accompagnato con calma e pazienza a ripercorrere quegli episodi, talvolta molto intensi e drammatici della mia infanzia, adolescenza e di ciò che accadde prima di divenire madre che mi segnò per molti anni. Compresi quanto sia importante per una bambina l’impatto dell’ambiente famigliare e il ruolo dei genitori nella sua crescita, molte volte stavo sola anche a due anni e mezzo in compagnia di mia sorella poco più grande di me mentre i genitori lavoravano. La piccola me aveva compreso che prima di tutto veniva il lavoro e tutto il resto veniva dopo. Questo copione l’ho recitato per tutta la vita, attirando a me persone, come il mio attuale compagno padre di mio figlio, il secondo, un uomo che amo moltissimo il quale si prende i suoi spazzi e i suoi tempi mostrandomi ogni giorno che prima viene lui, la famiglia i suoi figli, io e poi il lavoro. Vedere lui che riesce in questo e io che mi lascio risucchiare dal lavoro mi crea una rabbia devastante, soprattutto ora che ho un’attività mia come imprenditrice, una situazione stagnante in cui sento di sprofondare sempre di più. Come fare? Avevo nutrito un mentale così forte che mi metteva in ginocchio e non mi dava tregua. Vivevo tramite un modello genitoriale che mi aveva messo sempre in forte difficoltà perché non mi sentivo sostenuta e capita, inoltre dovevo prendermi io cura degli altri perché così avevo compreso. Con Mauro abbiamo lavorato moltissimo su situazioni molto pesanti che ho vissuto, eventi che avrebbero messo alle corde chiunque, soprattutto dopo la morte di mio padre e successivamente la perdita di una persona che amavo moltissimo. “Ma io sono ancora qua, eh già!” proprio come canta Vasco, sono una donna forte, con due figli, un compagno che amo e un’attività che riempie molte giornate, clienti che si affidano ciecamente a me, sono forte, do tutta me stessa, ma quando arrivo a me, non riesco ad esserci come ci sono per gli altri. Da quel primo incontro ho compreso il concetto di responsabilità e la differenza con il senso di colpa, ho capito che sono io l’artefice della mia felicità attraverso le scelte che quotidianamente compio, ho compreso che le incomprensioni e gli stati d’animo altalenanti che vivo sono frutto delle mie ferite e di quelle delle persone che incontro. Ho compreso l’importanza di riconoscere le mie emozioni e di saperle gestire per non esserne travolta. Potevo morire su quel divano ma ho fatto la scelta di alzarmi e di farmi aiutare e di comprendere che sono solo io l’artefice della mia infelicità o della mia gioia e piena realizzazione. Viviana e Mauro ancora dopo tutti questi anni, ormai dieci, sono le mie guide e mi hanno permesso di dare una visione alla mia vita e al mondo intorno a me completamente diversa. Non dico che tutto sia risolto nella mia vita ma sento che posso farcela e riesco a gestire sempre più aspetti di me e delle situazioni che vivo nella quotidianità. Vivo i problemi e cerco di affrontarli pensando a trovare soluzioni e non mi lascio abbattere dalle sfide della vita. Vivo il mio lavoro, il mio negozio, il rapporto con i miei dipendenti e clienti in modo sempre più consapevole, svincolandomi dal giudizio e dai copioni malsani della mia infanzia. Vivo facendo attenzione ai miei pensieri, consapevole che sono loro che creano la mia realtà e le situazioni della mia vita. Vivo un marito e il mio secondo figlio cercando di essere presente nella loro vita senza alimentare tensione e insoddisfazione, giudizio e critiche soprattutto su di me. Vivo, questo è quello che più ho imparato a fare. Grazie di cuore alle mie guide di vita, Viviana e Mauro. Un caro abbraccio. Io sono diventata grande nell’anima e sono fiera di me.”

Il traguardo di Silvia:

“I processi di perdono mi permettono di vivere con più consapevolezza, di apprezzare la mia vita e soprattutto di avere relazioni più appaganti con gli altri che spesso avevo paura di avvicinare. Finalmente comincio ad essere felice e ad apprezzare chi sono. Per me questo è già un grandissimo traguardo. Grazie Ilhem”.

La leggerezza del perdono:

“La pratica del perdono guidata da Ilhem è stata davvero efficace. Trovo che abbia aperto la strada al lavoro trasformativo che cercavo. È stato interessante vedere come partendo dallo spunto di un disaccordo si possa arrivare all’unione delle nostre parti interiori. Mi piace molto come Ilhem si mette in gioco con grande umiltà per sostenere i suoi insegnamenti. Ho molto gratitudine per questo modo di insegnare che permette di integrare con facilità e leggerezza”.

Da un momento difficile è nata una grande consapevolezza:

“La mia esperienza con Mauro nasce nel 2018. Spinto dalla curiosità del suo metodo e dalla volontà di risolvere un problema personale ho iniziato a svolgere delle sedute. Ben presto mi sono reso conto che quel mio problema aveva radici ben più profonde e lontane di quel che potessi immaginare, risalenti addirittura al momento in cui sono stato partorito. Molti spunti e interpretazioni offerte da Mauro mi hanno aperto un mondo: ad ogni seduta ricordavo sempre più dettagli della mia infanzia e adolescenza, avevo sempre più il desiderio di capire le ragioni dei miei comportamenti e delle mie scelte e in questo senso Mauro è stato fondamentale. Mi ha permesso di prendere coscienza di quanto noi tutti siamo influenzati dal bambino che c’è in noi e di quanto egli ancora oggi guidi le nostre vite, le nostre paure e sensazioni. E ho capito che non basta esserne consapevoli ma che occorre agire per vedere un cambiamento positivo nel nostro modo di essere. Credo sia fondamentale avere una motivazione importante per decidere di intraprendere un cammino con Mauro, che nel mio caso è stata la fine di una relazione preziosa. Ciò mi ha portato a decidere di dedicarmi con cura e costanza a me stesso attraverso le sedute ma anche attraverso il corso ” La Riconciliazione. Faccia a Faccia con te stesso”, in cui ho potuto confrontarmi con un piccolo gruppo di persone, traendo da loro una grande energia e spinta per andare oltre quei blocchi costruiti dalla mia mente da bambino e potendo infine realizzare che a volte è sufficiente cambiare l’interpretazione di un’avversità per poter proseguire oltre.”

Gianluca e la sua illuminate storia di vita:

“Ho conosciuto Mauro e Viviana una decina di anni fa, non so quando esattamente, ma so che era una vita fa. Ero un altro uomo, come una barca senza vele e senza motore nel mare della vita; e barca senza motore NON governa, dicono i marinai! Ero un uomo sereno e mi considero un uomo fortunato: infanzia serena in una famiglia benestante, genitori di un’altra generazione, attenti più a “dare cose” e costruire solidità familiari che a offrire affetti e supporto ma quale genitore è perfetto? E se lo fosse, la criticità sarebbe la sua perfezione. L’occasione di incontro con Mauro e Viviana è stato durante un corso che conducevano; ricordo di aver pianto come un vitello raccontando la storia della mia separazione: primo importante momento di presa di coscienza di sé, di consapevolezza. E il secondo giorno il primo grande insegnamento di Mauro, che mi guida ancora ogni giorno: La tua vita è come un pullman, ma tu hai solo una porta aperta e sale chiunque, ma non c’è posto per tutti e nessuno scende. Non ho mai smesso di pensarci, di tenere DUE porte aperte e lasciar anche scendere dal pullman, non solo salire. DECIDERE DI DECIDERE, senza paura, senza sensi di colpa, senza dover piacere a tutti per stare bene. GUIDARE la propria vita ma per poter guidare devi conoscere e qui inizia il cammino, il percorso di vita in cui Mauro inizia ad accompagnarmi. La sua metafora è chiara e mi colpisce, non la capisco fino in in fondo ma decido di affidarmi. Mauro dice: oggi ti vedo come un mendicante della vita, chiedi e dipendi dagli altri, il segreto è divenire, essere Pellegrino del mondo, libero di decidere e cambiare le tue mete. L’ immagine mi affascina e inizio un cammino fatto di riflessioni, letture, incontri , approfondimenti nel corso dei quali emerge un altro grande insegnamento: NON CERCARE DI CAMBIARE GLI ALTRI , CAMBIA IL TUO ANGOLO DI OSSERVAZIONE RISPETTO AGLI ALTRI. Cambiare gli altri può essere manipolatorio, passa attraverso scontri e battaglie; e poi ne abbiamo il diritto? Lo vogliamo e lo accettiamo se riferito a noi? Ma cambiare l’angolo di visione aiuta a comprendere e a lasciare agli altri la responsabilità della loro vita. E’ un modo diverso di ribadire il “giù dal pullman”, se cerchi di cambiarli ti prendi una responsabilità di altri, perché farlo? E allora continua a lavorare su di te, aggiustando gli angoli di visione, lavorando e cercando di capire cosa ti urta e perché, rafforzando così la TUA visione, conoscendoti meglio e cambiando se e cosa vorrai cambiare di TE. Questa la mia esperienza con Mauro, ed il cammino verso la libertà di essere continua, continua la ricerca per diventare un pellegrino del mondo , sempre attento, sempre vivo, sempre in ricerca e la vita così diventa Bellissima!”

I sette giorni dedicati al perdono:

“Grazie per questi 7 giorni intensi ed emozionanti. Mi mancherà collegarmi e fare il percorso insieme. Grazie a tutti e grazie come sempre Ilhem per tutto”.

Nulla avviene per caso:

“Ho conosciuto da poco Mauro e Viviana, il mio percorso è iniziato a seguito di ripetuti tentativi di gravidanza e due aborti. Indicatami la figura di Mauro dalla mia riflessologa per cercare delle risposte, nel giro di pochi incontri siamo arrivati a leggere in quello spazio inconsapevole che avevo chiuso a me stessa e in ciò che è stato registrato dalle mie memorie. Sorprendente come il lavoro fatto con Mauro abbia dato spazio a cambiamenti nelle persone intorno a me, o meglio come l’energia sprigionata stia modificando il mio rapporto con gli altri. Mi ha molto impressionato il suo conoscere e applicare sulla persona tutto ciò che è a sua disposizione per aiutarla nella ricerca. L’avessi conosciuto prima, ma nulla avviene per caso e nel momento in cui deve. Grazie, grazie, grazie.”

Il dolore vuole essere ascoltato:

“Il percorso del perdono fatto con Ilhem mi sta permettendo di ascoltare il dolore che c’è in me e di ripulirlo. Mi ha permesso di mettere nero su bianco il mio torto, la mia responsabilità nell’aver determinato la rottura del rapporto con mio padre. I processi di perdono mi hanno fatto acquisire un altro livello di consapevolezza. Sono molto grata per questo strumento potente. Ho compreso quanto le tecniche che aiutano a sciogliere, a livello corporeo, i blocchi causati da vissuti dolorosi possono diventare un ponte verso l’irrisolto e ciò che sembrava impossibile da contattare. Grazie davvero di tutto”.

 

Un groppo in gola finalmente liberato:

“Ho fatto con Viviana 4 sessioni individuali, che mi hanno aiutata moltissimo per un problema che avevo alla gola e che durava da tempo. Una parte del mio corpo a cui erano legate molte emozioni bloccate. Mi sono sentita ascoltata e seguita in ogni passaggio, oltre alle tecniche straordinarie utilizzate in sessione, Viviana mi ha dato degli esercizi molto efficaci da fare a casa ed è sempre stata disponibile per dei confronti anche fra una sessione e l’altra, quando emergevano nuove consapevolezze. Ci si può affidare a lei ad occhi chiusi, perché è una professionista preparata ma, soprattutto, perché ci tiene davvero ai progressi e al benessere dei clienti.”

Addio rabbia:

“Se mi avessero proposto un lavoro sul perdono tempo fa avrei resistito e remato contro. Adesso mi sento aperta a l’idea di lasciare andare il dolore trattenuto per anni. Rancore e risentimenti fanno male soprattutto a me. Sono stanca di vivere nella rabbia. Ilhem è una grande professionista. Grazie”.

Il corpo ha sempre qualcosa da dirci:

“Dopo aver frequentato un seminario sulle memorie emozionali ad Agosto nel 2017, ho avuto un’eruzione cutanea sotto le ascelle, un fuoco che bruciava e si espandeva ogni giorno, non capivo allora cosa fosse. Il medico lo aveva diagnosticato come il battere causato da un fungo. Con i vari trattamenti ed insegnamenti di Viviana e Mauro ho poi capito che quel fuoco era ciò che bruciava dentro me ed era venuto all’esterno. La mia pelle era un sensore, il mio corpo rivelatore mi stava dicendo quale emozione avevo bloccato. Ciò che necessitava guarigione stava cercando la luce. Quando ho iniziato a chiedermi: “QUALE CONSAPEVOLEZZA HA LA MIA PELLE CHE NON STO ASCOLTANDO? COS’È QUESTO PRURITO?” Ho capito che avevo bisogno di sostegno anche se lo rinnegavo. Distanziavo le braccia, ero stanca di includere tutto, le braccia non volevano più avvicinarsi e non volevo più caricarmi dei problemi altrui. Quel fuoco stava pulendo e liberando la mia memoria emozionale, mi stava donando un profondo messaggio di guarigione. È così che ho iniziato a permettere al mio corpo di ascoltare la mia anima e di effettuare un percorso di crescita personale allenandomi all’amorevole gentilezza, restando nel momento presente. E così cambiando qualcosa fuori, ho mutato anche l’interno. Questo grazie all’ascolto interiore, alla voce del mio cuore ed alla PRESENZA di Viviana e Mauro che mi hanno dolcemente accompagnata a prendere per mano la mia bambina interiore insegnandomi ad abbracciarla e a prendermi cura di lei. Aggiungo che grazie alle vostre tecniche di visualizzazione creativa sono entrata in contatto con la parte più profonda di me e che ogni mattina all’alba la tua voce Viviana, che ascolto con gioia, è il mio mantra quotidiano! Mente sana in corpo sano, grazie per esserci.”

Accettarsi è la via per la felicità:

“Sono sempre stata una ricercatrice per un benessere personale, ho conosciuto Mauro e Viviana ad un congresso che avevano organizzato con la loro Associazione chiamata Il Volo delle Colombe, con tanti personaggi che parlavano del benessere interiore. Proprio quel giorno di ormai 5 anni fa mi si è aperto un mondo. Ho iniziato con Mauro un lavoro di compressione dei miei problemi e limiti. Con la biologa Claudia Rainville ho capito che ogni mio problema fisico era dovuto a un problema animico. Con Daniel Lumera ho compreso che il perdono era la chiave di ogni guarigione. Supportata da Mauro ho piano, piano iniziato a levarmi le maschere. Ora mi alzo al mattino ringraziando per ogni respiro. Ho ancora tante ombre ma la vita non è forse un cammino dove sostenermi affidandomi alla pace e all’accettazione di me. Ringrazio ogni giorno di vivere questo meraviglioso regalo con tutto l’amore includendomi in ogni cosa che provo, sperimento e vivo.”

Il gruppo come mezzo di ascolto:

“Ho notato come tutte le emozioni che ho dentro di me, consapevoli e meno consapevoli, sono state portate alla luce dai processi del perdono per permettermi di lasciarle andare. È stato uno stimolo potentissimo, ideale per chi come me fa fatica a guardarsi dentro. Grazie ad Ilhem e alla sua pazienza queste emozioni possono essere portate a galla e accolte. Il gruppo è anche un grande sostegno a questo lavoro anche se svolto online. Grazie a questi processi si ristabilisce una vera e propria armonia interiore. Grazie mille a tutti per questo percorso di 7 giorni insieme”.

Il perdono come metodo di guarigione:

“Ho conosciuto Mauro tramite un amica che aveva svolto dei lavori energetici insieme a lui. Così ho deciso di affidarmi e devo dire che sono cambiate tante cose facendo un grande lavoro energetico con lui, sia nel presente che per sbloccare nodi importanti. Con Mauro ho imparato a vivere il presente e a cercare di fare pensieri positivi e in armonia con ciò che dice il mio cuore, il mio istinto e anche un po’ la testa, perché no. Ho imparato a ringraziare anche ciò che mi ha fatto stare male e soprattutto a perdonarlo. Perché perdonando loro ho perdonato me stessa e aggiungo che non c’è pace più grande.”

La tela di Cinzia:

“Sono arrivata al Volo delle Colombe per la prima volta in una serata autunnale, quasi già prevenuta di essere stata trascinata a forza da un’amica in una serate come tante altre, invece…..BAAAAM, è stato il primo di un appuntamento costante degli ultimi 4 anni tra serate a tema, seminari e sedute individuali. Questo perché tutto fa parte di un grande progetto di Viviana e Mauro, quello di aiutare le persone a mettere quel paio di occhiali che ti permettono di leggerti e sentirti dentro, dove da sempre avevo paura di leggere qualcosa che sapevo non piacermi. Percepivo e sentivo quell’ emozione che tanto mi turbava e mi faceva paura. Con il loro aiuto, la loro gentilezza, il loro non giudizio, la loro generosità, conoscenza e professionalità, di volta in volta una tela ha iniziato a crearsi, un insieme di intuizioni che da poco ho capito che si chiamano così, che volta dopo volta invadono la quotidianità permettendomi di imparare e impegnarmi a ricordare quale sia la strada della VITA! VITA parola così sconosciuta a me per tanti anni, perché il segreto più prezioso che mi hanno svelato è che sei tu a capo della tua VITA, che tutto quello che succede è perfetto cosi com’è, che ogni persona che incontri e non ti piace ti svela un pezzo di te che non ami, che le persone che incontri e invece ti piacciono ti insegnano a ringraziare, che una situazione esterna per quanto dura e dolorosa non può distruggerti, che il giudizio che porti fuori da te è un meccanismo per difenderti dal tuo mostro, da ciò che rifiuti e al quale resisti. Quella parte di te che non ami accogliere. Se poi devo esprimere cosa succedeva ogni volta che facevo una seduta individuale allora potrei scrivere una seconda “Divina commedia” a partire dal test kinesiologico Quantistico, dove ho capito il mio più grande blocco, al massaggio metamorfico che mi ha aiutata a rasserenarmi nei confronti di mia mamma. Questo perché successe qualcosa di strano nei giorni successivi ai trattamenti, intuizioni, emozioni, sale tanta roba da dentro e capisci che più vengono su e più li senti TU! Oggi tutta la resistenza che facevo per non sentire la uso per SENTIRE, quel sentire che si è amplificato tantissimo, soprattutto dopo il corso “Chakra e Respiro”, gli allenamenti quotidiani nel respirare con tutto il corpo, perché respirare è una grande cosa. Per ultimo ma non meno importante il protocollo del perdono. Io ho iniziato con questa convinzione, che ogni cellula del mio corpo pensava che dovessi perdonare qualcuno, poi ho scoperto che quel qualcuno da perdonare si chiama Cinzia! Credo che la mia tela sia solo all’inizio e voglio continuare a conoscermi, come dissi una volta a Viviana, ho tanta sete! Ogni volta che la loro fontana zampillerà io mi avvicinerò ad essa con un bel bicchiere senza buchi, perché non voglio perdermi neanche una goccia Un grazie infinite a tutti e due!”

Una storia di coraggio e rivincita:

“L’incontro con Viviana e Mauro è stato così, per caso, che poi niente accade per caso. Venivo da un periodo di stress e di tantissime paure. Avevo recentemente perso la mia mamma, dopo due mesi di accanimento terapeutico, a cui ero attaccatissima e da adolescente avevo già perso il papà. Tramite un’amica di mia figlia partecipai ad una delle loro tante serate al Volo delle Colombe. Era una serata argomentata sul linguaggio dei sintomi e sulle paure. Era la “mia serata”. Io, piena di paure e di tabù, mi lanciai. Ne fui letteralmente affascinata tanto che proseguii la mia partecipazione a tutte le serate a tema che Mauro e Viviana intraprendevano. Poi da qui il salto. Mi accorsi che avevo bisogno di un aiuto individuale, fu allora che conobbi profondamente Viviana, lavorammo sulle paure, sui lutti che avevo vissuto, sui soprusi della nonna vissuti da bambina e gli abusi di uno zio. Ma lavorammo sul fatto di tenere sempre viva la “bambina” che è dentro di me e di accettarmi per quella che sono e soprattutto di AMARMI. Sono circa 4 anni che conosco Viviana e di conseguenza Mauro, ho partecipato a molti dei seminari/congressi che hanno organizzato. Il risultato? Mi hanno aiutata a credere in me stessa e a credere nei miei sogni Oggi devo dire che uno dei miei più grandi sogni si è avverato. Vivo da poco nelle Marche, una terra che amo e che mi fa stare bene energeticamente. Devo dire grazie anche a Viviana che mi ha aiutata a scoprire me stessa e ad accettarmi per quella che sono Una moglie, una madre ma soprattutto una DONNA, GRAZIE , immensamente GRAZIE.”

Una nuova prospettiva:

“Ho fatto un lavoro con Viviana e devo dire che da quando l’ho conosciuta ho iniziato a vedere e a pensare le cose in un modo diverso ma sicuramente migliore a prima. Ho superato cose che prima non riuscivo a superare e ora sono molto più felice. Devo dire che qualche volta ritorno a trovarla anche perché mi fa stare bene e quando torno a casa mi sento più leggera e più felice, se ne accorgono anche i miei figli, infatti quando mi vedono nervosa mi dicono quando vai a trovare la tua amica Viviana?? Anche i webinar sono molto interessanti perché anche loro ti aiutano a riflettere a volte emozionano e ti fanno pensare e capire cose che prima non pensavi. Se dovessi scegliere sicuramente preferisco andare di persona perché è molto più coinvolgente ma sicuramente sono molto interessanti anche i webinar. Con questo ringrazio moltissimo Viviana e Mauro per tutto il tempo che ci donano e ringrazio soprattutto Viviana per il meraviglioso lavoro che fa e con la cura, i modi e la dolcezza che usa durante i lavori. Grazie di cuore ragazzi.”

Lontani ma vicini:

Ho cominciato il mio lavoro di crescita personale con Viviana nel 2019, a distanza poiché vivo all’estero, attraverso delle videochiamate. Ho contattato Viviana dietro suggerimento di una cara amica, la quale stava facendo un percorso con lei che le stava portando grande beneficio. Incontrare Viviana ha significato per me cominciare un’esperienza nuova rispetto ai percorsi fatti in precedenza. Con la sua presenza gentile, ma sicura, mi sa guidare verso luoghi di me inesplorati, aprendomi una visione nuova che mi permette d’imparare ad accogliermi e ad accogliere il mio passato, integrandolo affinché possa trarne beneficio e – di conseguenza – lo possano fare anche coloro intorno a me. Cosa mi portano i nostri incontri? Un senso di stabilità, di centratura, di comprensione di cose che già risiedono in me, ma che in quel momento non sono in grado di vedere. Questo mi dà accesso al perdono, perdono di me stessa innanzitutto, poiché non ci sono errori nel passato, ma esperienze che mi sono state offerte affinché io potessi conoscere e realizzare il mio vero potenziale. Poterlo fare secondo i miei tempi e capacità, come Viviana lascia che sia, pur fornendomi gli spunti necessari per restare sul mio percorso in maniera consapevole, mi fa sentire rispettata nelle mie necessità e al tempo stesso mi dà la motivazione per proseguire il mio cammino. E’ un’esperienza che consiglio a tutti, per un’evoluzione non soltanto individuale, ma collettiva, della quale abbiamo davvero bisogno. Grazie Viviana, sono felice che le nostre strade si siano incontrate. Fabiana”

Lascia crollare le tue barriere:

“Il lavoro sul perdono, in particolare con mio padre e mia madre, mi è stato molto utile. Credo sia arrivato in un momento della mia vita in cui ero pronta ad accoglierlo, perché finora l’argomento mi interessava a livello teorico ma avvertivo forti resistenze in me nell’affrontarlo col cuore. Grazie per questa opportunità”.

Lo sguardo di Giovanni:

“Mi rendo conto quanto il lavoro svolto in gruppo sia intenso e rigenerativo. La consapevolezza che “sto facendo del mio meglio” è stata la più grande scoperta di questo seminario e me lo porto a casa come un gioiello in quanto sta cambiando il mio sguardo su me stesso. Il percorso sul perdono svolto con Ilhem mi ha toccato nel profondo, sento di aver cominciato qualcosa di veramente grande! Sono contento di avere l‘opportunità di crescere grazie ai percorsi proposti dal Volo delle Colombe”.

Da un libro possono nascere grandi consapevolezze:

“Un giorno, per caso, di ritorno da un viaggio mi sono imbattuta nel libro “Ogni sintomo É un messaggio” e da allora è iniziato il percorso verso una nuova me. Credevo che la mia vita fosse chiusa in una stanza ed io, a sbirciare dietro la soglia di una porta che dava sul mondo che per me non si sarebbe mai aperta. Vivevo in una sorta di tormento/lamento che pensavo fosse il mio “destino”. Quando ho partecipato al corso con Mauro e Viviana ho fatto pace con il passato ed ho iniziato ad amarmi davvero, aprendo definitivamente la porta del cuore. Ora il mio percorso è un viaggio con alti e bassi come per tutti, ma la persona che sono oggi mi permette di vivere la quotidianità con una serenità nuova che chiamo “il mio porto sicuro”, ovvero la consapevolezza che io per me ci sarò sempre.”

Accogli l’inaspettato:

“Ilhem mi ha insegnato nel percorso individuale, che quello che arriva non sempre è ciò che ci aspettavamo o quello che ci immaginavamo accadesse intraprendendo una certa strada. Quando succede, quando l’inaspettato arriva, osservarlo e accoglierlo è la cosa più difficile da fare perché quello che siamo abituati a fare da sempre è dire “no!! Sono di nuovo a quel punto!” oppure “perché mi succede questo? Quando finirà?”. Eppure quell’ascolto e quell’accoglienza dell’inaspettato possono davvero fare la differenza. Non è semplice ma nemmeno impossibile. Grazie come sempre Ilhem per questi insegnamenti! Grazie per avermi insegnato questa cosa che sembra banale, ma che fa la differenza”.

I sette giorni di Corinne:

“Questi 7 giorni sono stati veramente intensi. Per quanto mi riguarda l’inizio è stato tosto, non credevo di poter finire il percorso, poi di giorno in giorno è diventato più facile. Mi sono resa conto di quanto è difficile per me non giudicare ciò che sto facendo. Capisco ora quanto ho assoluto bisogno di stare nell’ascolto per trasformare la mia rabbia e finalmente stare bene soprattutto con me stessa. Grazie ancora a tutti e grazie Ilhem”.

Allontanare la nebbia:

“L’incontro con Mauro e Viviana è avvenuto 6 anni fa, ad una conferenza sul benessere. E’ stato un forte richiamo interiore che mi ha avvicinato a loro e al loro lavoro come operatori olistici, un richiamo di anime. Stavo cercando una luce nella nebbia della malinconia e della tristezza che mi opprimeva da molto tempo, una “nostalgia di casa”, una ricerca della mia essenza, un aiuto per sentirmi parte dell’universo. Ero sempre stata “diversa” dagli altri, quindi “sbagliata” secondo gli standard della comunità sociale dell’epoca. Per vivere nella società e sentirmi accettata ho nascosto la mia sensibilità, la mia preveggenza, il mio sentire profondo ed empatico. Ho dovuto adeguarmi ai tempi degli altri, anche se percepivo in anticipo cosa sarebbe accaduto, in varie situazioni. Mi sono adeguata così bene che ho perso di vista tutte le mie potenzialità, il mio sentire e soprattutto l’amore per me stessa. Sentivo che era giunto il momento di rinascere e riscoprirmi, ma c’erano troppi strati di “oscurità” da ripulire. Con Viviana e Mauro ho iniziato i lavori energetici ed ho seguito molti seminari/corsi organizzati da loro, frequentati e applicati con impegno e determinazione. Ho lavorato principalmente con Mauro, che mi ha aiutato con pazienza e fiducia a riscoprirmi, utilizzando molte tecniche di sua conoscenza e applicazione (visualizzazioni guidate, theta healing, metamedicina, i BARS di Access Consciousness, etc). E più si puliva energeticamente, più mi sentivo bene. Tutto, intorno a me, cambiava: situazioni, persone, affetti. Si chiudevano vecchie porte e se ne aprivano altre, nuove… Finalmente un po’ di luce, un po’ di leggerezza, un po’ di amore verso me stessa. Ogni mese lavoravo con Mauro, ogni volta 400 chilometri per una seduta, ma il benessere, la leggerezza, la gioia che provavo dopo ogni incontro era la molla che mi spingeva a continuare. E tra una seduta e l’altra praticavo quotidianamente i lavori di pulizia energetica assegnati come “compito per casa”. Ci sono stati momenti difficili, di grande sconforto e paura di non farcela, ma non ero mai sola ad affrontarli. Mauro mi ha sempre supportato, anche a distanza, infondendomi fiducia, sicurezza, incoraggiandomi a non mollare e a perseguire il cammino che avevo intrapreso. Ho avuto dei grandi benefici in questi anni, grazie a questo cammino compiuto con Mauro e Viviana: sono cambiata io, è cambiata la mia vita, si sono aperte nuove opportunità e nuove consapevolezze, ho lasciato andare antichi fardelli e sono rinata alla vita come Stefania. Un grazie di cuore a Mauro e Viviana, con amore.”

Lascia che ciò accada:

“Mi chiamo Laura e ho 57anni. Ho conosciuto Mauro attraverso un’amica. Essendo molto curiosa ho deciso di andare ad un suo consulto. A dire la verità mi domandavo che cosa avrei dovuto dire, come mi sarei presentata, mi sembrava di essere apposto. Invece ho scoperto molte cose di me a me sconosciute. Le mille sfaccettature che avvolgono il nostro subconscio. Mauro ha saputo tirarle fuori, dare loro luce. Ora sono cambiate molte cose nella mia vita, ho imparato a perdonare me stessa e di riflesso gli altri. Questo percorso con Mauro lo consiglio a tutte quelle persone che sentono il bisogno, la voglia di migliorare la propria vita.”

Tutto inizia con una domanda:

“La mia esperienza con Mauro è iniziata con un “Io non ho bisogno di niente, sto bene ho una bella famiglia, un bel lavoro ,una bella vita, non mi manca niente”, poi man mano che raccontavo mi rendevo conto che forse qualcosa non andava. Qualche domanda esce. Perché mi sono ammalata? Perché sono spesso arrabbiata?? Cosa vuol dire? Ma se fosse?? E li cominci a prendere consapevolezza che nulla viene a caso, e qui entrano in gioco Mauro e Viviana, due persone splendide che entrano in punta di piedi e ti accompagnano dentro di te nel tuo essere senza mai invadere il tuo spazio e sapendo precisamente di cosa hai bisogno. Grazie Mauro e Viviana.”

Ciò che io ho vissuto lo porto in dono a te:

“Ho apprezzato tutti gli insegnamenti ricevuti e in particolare il costante richiamo ad osservare le mie dinamiche interiori senza giudizio. Mi sono accorto di quanto tendo a giudicarmi e criticarmi. È come un automatismo. Gli esempi personali di Ilhem mi hanno permesso di vedere alcune mie problematiche con una nuova luce e di iniziare a modificare i miei comportamenti. In particolare il processo del perdono rivolto ai miei genitori mi ha toccato intensamente, grazie ad esso ho individuato una nuova strada da seguire per riaprire il mio cuore verso di loro. Grazie infinite”.

Trasformarsi sempre:

“Esperienza di grande evoluzione quella vissuta con Mauro. La sua facilitazione è stata gentile ed allo stesso tempo precisa e chiara. Mi ha permesso di esplorare aspetti reconditi e nascosti della coscienza. Il beneficio è stato importante e fortemente trasformativo. Grazie Mauro!”

Il cammino di Angelo:

“Un cammino verso se stessi, osservando chi per anni ha guidato la nostra vita. Quali sono gli insegnamenti che ci portano una delusione, una malattia, e perché ne abbiamo bisogno? Quali sono i meccanismi che attuiamo di fronte a un problema? Agiamo o reagiamo? Siamo consci del presente o fluttuiamo tra passato e futuro? Nello sconforto di sopravvivere alla vita, l’incontro con Mauro e Viviana, una serie di percorsi fatti con loro, di gruppo ed individuali per iniziare a prendere coscienza di come senza rendersene conto blocchiamo quel flusso chiamato Vita, indispensabile per la nostra crescita. Riconoscere come sia più semplice dare responsabilità di ciò che viviamo agli altri anziché prendere coscienza che ero io ad attirare determinate situazioni. Una cento mille prese di coscienza una crescita continua, approfondimenti, aggiornamenti un mix di esperienze emozionanti e di pura consapevolezza volta ad affinare quegli strumenti, quelle conoscenze apprese per ritrovare quell’equilibrio tra mente cuore e anima per riprendere finalmente le redini della mia “Vita”. Questo è quello che mi sento di scrivere in questo mio percorso dove sono stato accompagnato e guidato con professionalità, ascolto del cuore e Amore. Grazie, grazie, grazie.”

Il mondo dei sogni:

“A febbraio ho assistito ad una conferenza e applicazione pratica di una delle tecniche per la gestione delle problematiche emozionali. Mi è piaciuta subito. Così ho fatto alcuni incontri con Viviana per focalizzare i miei problemi e prepararmi ad un intervento chirurgico abbastanza importante. In un secondo tempo ho iniziato i trattamenti con il metodo Access Bars. Sto veramente meglio, la sera mi addormento quasi subito. E’ di gran lunga migliorata la qualità del mio sonno e dormo più a lungo. Durante i trattamenti di Access Bars stavamo lavorando sul controllo e sul mio autocontrollo e ho avuto una risposta eclatante durante la seduta, e mi sono spaventata. Viviana mi ha rassicurata spiegandomi ciò che mi era accaduto. Posso ringraziare Viviana che con la sua professionalità e sensibilità, utilizzando questo meraviglioso quanto validissimo strumento, Bars, mi ha potuto alleviare e in qualche modo aiutare a risolvere una problematica molto importante e ho potuto riscontrare e verificare nel breve tempo la sua efficacia.”

Lascia quel bagaglio:

“Questo percorso mi ha permesso di liberare delle emozioni intrappolate da molto tempo. Sapevo che c’erano ma guardarle in faccia era troppo duro. La tecnica ti manda nel profondo e lì, vedi i nodi che bisogna sbloccare, ho anche ricordato dei dolori che avevo, almeno credevo, dimenticato. Così ho potuto fare pace con delle persone, delle situazioni e con me stessa. Mi sono proprio sentita liberata. Raccomando il percorso a chi ha deciso di liberarsi di tutto quello che li impedisce di stare bene. Ho lasciato andare il bagaglio pesante di cui non avevo più bisogno e ho fatto spazio per il nuovo, fresco e leggero. Grazie per questo percorso.”

Chiedi e ti sarà dato:

“Ho conosciuto Mauro e Viviana nel 2015 ad un seminario che conduceva Mauro sul rilascio emozionale. In quel periodo ricordo che stavo male e che avevo finalmente iniziato a sentire che il ripetersi di certe situazioni dolorose non erano frutto del caso. Ora, col senno di poi, sorrido pensando “Chiedi che ti sarà dato”, una frase che Mauro mi ha ripetuto negli anni. Avevo sinceramente bisogno di aiuto, ero a terra e, senza saperlo, avevo trovato loro, i miei angeli custodi che mi hanno accompagnato, e tutt’ora lo fanno, nel vedere e sentire le emozioni vivendo le situazioni con occhi e cuore diversi. Ho iniziato facendo molti lavori con Mauro, mi ha sempre accolta con un’empatia matura. Sentiva il mio dolore e io sentivo che dava il meglio di sé per indicarmi come sciogliere certe dinamiche che facevano parte del mio bagaglio. La prima domanda che feci a Mauro, me la ricordo ancora, fu “Soffrirò meno? Piangerò meno?”. Lui mi disse di si e mi spronò ad essere il più possibile aperta e sincera con me stessa per poter andare più in profondità, in modo da sentire l’origine di certi meccanismi che creavano tanto dolore nella mia vita. Nel 2019, si sono esauditi 2 mie grandi sogni, a breve spero si realizzino anche gli altri due. Quando si sta accanto a loro si sente molta l’energia, si potrebbe creare un motto “credere per provare”! Mauro più istintivo, d’azione, molto sensibile, accanto ha un angelo dolcissimo, potrei definirla una Madre che accoglie, sensibile e dolce. Nell’ultimo periodo mi sto facendo accompagnare da Viviana per riuscire a vedere e sciogliere altri meccanismi. Grazie a Mauro e Viviana, adesso so che gli “altri” sono il nostro specchio e che se il mio corpo parla, esprime un’emozione non ascoltata. Questo per dire che sono io la responsabile della mia felicità, se ho creato quell’evento, lo posso anche smantellare!”

Ri-Mettiti in contatto con te stesso:

“Il lavoro che ho fatto di crescita personale con Mauro e Viviana è stato un vero e proprio sostegno durante il corso degli anni. Ho la certezza di poter contattare una parte nuova di me ogni volta che la mia strada attraversa la loro, di essere compresa, accolta e aiutata a scoprire soluzioni interiori.”

La mamma, moglie e lavoratrice perfetta:

“Mi chiamo Giulia ed ho avuto la fortuna di conoscere Mauro grazie a mia sorella! Io ero triste, insoddisfatta, insofferente e intollerante nei confronti della mia vita e del mio compagno! Ho consultato psicologi per capire che cosa c’era che non andava in tutto! Volevo che la mia situazione cambiasse, ma non sapevo cosa dovevo cambiare! È lungo da spiegare, ma era così semplice e non lo vedevo, il problema non erano gli altri, il problema era solo mio!! Da quando ho avuto mio figlio, 13 anni fa, mi sono concentrata a fare la mamma, a mantenere unita la famiglia per il mio bambino, mi sono annullata, nessuna pretesa, nessun desiderio per me!! Che noia e che solitudine!! Poi ho incontrato Mauro e mi ha fatto riflettere su me stessa: Chi sono io? Che cosa voglio veramente?? In breve ho concluso che il mio guerriero interiore si era assopito e ho provato a darmi una scrollata!! Da quando sono con il mio compagno, ossia da ben 17 anni, ho sempre lavorato, mi sono sempre adatta, abbiamo costruito, ottenuto risultati ma io in tutto questo che cosa ero? A parte una compagna in grado di fare tutto e una mamma? Cose importanti ma nessuna sicurezza per me, per il mio futuro senza il mio compagno io non ho niente, ma per cosa ho fatto tanti sacrifici e rinunce? Ho parlato con Mauro, ho ascoltato attentamente, ho meditato sulla mia situazione, ho scavato dentro di me ed ho cominciato a capire! Ho scoperto che mi mancava la sicurezza, la mia indipendenza economica, così sono andata da un legale e mi sono informata: che cosa mi succede se viene a mancare il mio compagno? Semplice: non ho diritti, dipenderò dal buon senso di mio figlio quando sarà maggiorenne! Praticamente potrei finire in mezzo ad una strada perché in tutto quello che ho fatto e costruito io non risulto esserci legalmente! ” Devi farti intestare qualcosa o diventare almeno socia della ditta” mi ha detto l’avvocato! Il mio compagno mi ha sempre tenuto fuori da tutto e ha chiuso a priori il discorso matrimonio quando abbiamo avuto un bambino!! Ne ho parlato ancora con Mauro e poi ho pensato e ho concluso che io non merito qualcosa, perché non ho dato qualcosa, ho dato tutta me stessa e voglio tutto! Così con il mio compagno ho affrontato l’argomento che era stato chiuso già da molto tempo e mi sono fatta trovare decisa, sicura e preparata, conclusione: ci sposiamo, abbiamo già fatto le pubblicazioni e a settembre si farà la firma del contratto in Comune, firma che mi darà stabilità qualsiasi cosa accadrà in futuro! Poi è vero che se si è positiva si attirano cose buone, infatti a breve diventerò socia in ditta, senza neanche chiederlo! Siamo qui per dare e avere il meglio, quindi assopirsi in uno stato di insoddisfazione e tristezza non aiuta a migliorare, ma volere il meglio per noi stessi e provare ad amarsi porta sempre a qualcosa di buono. Ho fatto il primo passo, ho guardato dentro di me e mi sono subito data da fare e ho cominciato ad ottenere soddisfazione!”

I battiti delle ali di Ilaria:

“Era marzo 2014 quando una carissima amica mi ha presentato Viviana e Mauro. Lei li ospitava nel suo studio di naturopatia per un seminario che abitualmente guidavano per l’aiuto alla persona. Io ero incinta di mio figlio Alessio; ero al sesto mese, tutto procedeva bene ma qualcosa dentro di me reclamava attenzione e lanciava segnali di aiuto, soprattutto da quando avevo saputo che era un maschietto. Tutto bene ma… Le mie quattro precedenti gravidanze avevano lasciato un segno profondo e doloroso. Quattro gravidanze: due aborti spontanei ai primi mesi e due bambini maschi nati ormai a termine e subito morti a poche ore dal parto, senza una spiegazione, senza un motivo apparente, solo una malattia genetica rarissima, sconosciuta, non diagnosticabile e non curabile. Guidata dal cuore e da una voce interiore avevo preso coraggio per affrontare una nuova gravidanza con serenità e fiducia nel disegno di vita. Ma la scoperta di un altro maschio in arrivo aveva creato in me un’agitazione inspiegabile. Quando ho conosciuto Viviana e Mauro ho sentito immediatamente che sono le persone perfette per me, che mi possono aiutare. Durante il seminario mi infondono grande fiducia e mi aiutano a vivere un’esperienza unica ed indimenticabile che mi libera da ogni paura e mi lega ancor più alla piccola anima che sta arrivando. Mauro mi guida, con la sua voce calma e intensa e mi porta indietro nel tempo, a quando ero nella pancia della mamma e prima ancora al momento in cui ho deciso di incarnarmi e venire sulla Terra. Avvolta da una grande luce mi accorgo di non essere sola, accanto a me un’altra piccola anima felice di venire al mondo insieme. Anima gemella, mano nella mano. Che gioia immensa non essere sola! Mentre affrontiamo la discesa però lei sente di non essere pronta e decide di rinunciare, di tornare indietro. Un colpo al cuore. Non posso fare nulla per cambiare la sua scelta. D’improvviso sono sola, abbandonata. Lei non c’è più, procedo lungo il mio cammino con un gran senso di vuoto e di colpa di esistere, di esserle sopravvissuta, di aver preso il suo posto e le sue energie. Di essere viva al posto suo. Il senso di colpa per non aver potuto fare nulla, fa sì che io non possa essere completamente felice e realizzata come mamma nella mia vita. Comprendo in quel preciso istante il perché delle mie gravidanze non andate a buon fine. Ecco svelato il mistero: ecco perché per sei anni ho atteso l’arrivo di una bambina. Scopro così l’esistenza della “Sindrome del gemello scomparso” e le sue conseguenze. Ora posso darmi il diritto di vivere, di essere felice, di realizzare i miei desideri. Sono pronta ad accogliere mio figlio Alessio, un bambino meraviglioso, speciale, completamente sano che oggi ha sei anni. Sono grata alla vita per questa esperienza meravigliosa e per tutto quello che mi ha donato. Sono grata a Viviana e Mauro per avermi guidata con attenzione, sensibilità ed amore e avermi accompagnata verso l’incontro più importante della mia vita. Grazie anche per avermi, in seguito, attraverso un altro loro seminario, incoraggiata a scrivere il libro che racconta tutta la mia storia. “Battiti d’ali” un altro sogno realizzato. Il senso di tutta la mia vita! Grazie! Grazie Viviana, grazie Mauro!”

Il cambiamento è in te:

“Ho deciso di iniziare un percorso di consapevolezza qualche anno fa, in un momento della mia vita nel quale il mio passato aveva deciso di riaffiorare dopo anni di latenza e di tormentarmi l’esistenza con domande, dubbi e sensi di colpa. Ho conosciuto Mauro e Viviana grazie ad una mia amica con la quale mi ero confidata, inizialmente ero un po’ scettica, anche perché lo sono di carattere, però mi sono detta :” Proviamoci, male non può fare”! Così è iniziato il mio percorso, un viaggio che sai quando inizia ma non sai quando finisce! Una porta che apri e te ne trovi davanti altre dieci da aprire. Questo cammino mi ha aiutata molto nella quotidianità ed ogni volta che esco da un incontro mi sento più consapevole, più libera, più centrata e la cosa sorprendente è che tutto ciò che gira intorno alla tua vita ( famiglia, lavoro, affetti….) ne risente positivamente, il cambiamento è in te, ma si riflette tutto intorno, come quando lanci un sasso nell’acqua ed intorno ad esso si formano piccole onde concentriche che si spandono finché ne hanno la forza. Consapevole di essere solo all’inizio, questa è la mia testimonianza che spero possa esservi utile.”

Trasformare la sofferenza in opportunità:

“È stato prezioso vedere che la separazione è dentro di me. È un tema che spesso non capivo invece utilizzando i processi sono riuscito a vedere quanto la separazione che vivo nella mia vita con gli altri sia SOLO uno specchio della separazione tra i miei aspetti interiori. Sto incominciando a capire l’andamento dei cicli tra felicità e sofferenza; e a comprendere come utilizzare al meglio gli strumenti per trasformare le sofferenze in opportunità. Grazie per tutti gli insegnamenti ricevuti da Ilhem sia in gruppo che in incontri individuali”.

L’appuntamento di Beatrice con la vita:

“Sono pienamente convinta che nella vita abbiamo degli appuntamenti a cui noi non possiamo mancare. Quello che è accaduto a me è stato un episodio speciale, ho incontrato Mauro e Viviana appena uscita da una malattia, da un tumore al seno; mi sentivo persa, senza guida vedevo la realtà pessima intorno a me. Tutto aveva perso colore, tutto era nero, non avevo nessuna speranza per il mio futuro. Quando sono arrivata da loro tramite la conoscenza di un monaco, il quale mi aveva consigliato la loro associazione, la mia vita è cambiata completamente. Mi sono sentita accolta, non persa e loro mi hanno dato la possibilità di farmi crescere e mi sono sentita bene. Quando sono entrata nell’associazione ho avuto una sensazione di famiglia, di benessere e mi sono sentita accolta, non più abbandonata, mi hanno aiutato a vivere il mio presente, ero spaventata per quello a cui andavo incontro e quando mi giravo indietro vedevo il mio passato, le cose che nella mia vita non sono funzionate, non sono andate nella direzione giusta. Mi hanno accolto e con me il mio passato, il mio futuro è come se mi avessero messo tutto davanti a me, è come se avessero resettato la mia vita, è come se avessero fatto rinascere la persona che era in me avvolta in un baco da seta, mi hanno insegnato a volare. Grazie al percorso fatto con loro ho capito che il mio passato era motivo di evoluzione, che celava un dono, io sono quello che sono grazie alle ferite e il mio futuro dipendeva dal mio presente, da come vedevo la mia realtà. Ho iniziato a seguire i loro percorsi di crescita ed a vedere la vita in maniera diversa: prima nel mio cuore avevo un giardino senza fiori, ora grazie al loro ascolto hanno messo un seme e questo seme germogliando mi ha fatto rinascere. Consiglio a tutti coloro che si trovano in un momento particolare di blocco nella vita di frequentare Mauro e Viviana, ci dovrebbero essere più persone come loro, sono un esempio di correttezza, di affidabilità, di lealtà, con loro ci si sente avvolti in una luce. Non smetterò mai di ringraziarli tutti i giorni, grazie Mauro e Viviana. Mi hanno insegnato che tutte le esperienze di vita belle o brutte che siano hanno un significato diverso in base a come le viviamo, anche un grande dolore si trasforma in un grande dono e la nostra visione della vita cambia completamente. Ti insegnano un’altra visione della realtà, ti insegnano a cogliere la luce dove c’è il buio più totale, ti insegnano a vedere nel buio è quello che hanno fatto con me.”

Corpo e mente:

“Ho deciso d’intraprendere un percorso individuale quando il mio corpo improvvisamente si ribellò e m’impedì di fare una delle cose che più amavo al mondo: camminare. Avevo, da più di un anno, un dolore cronico che mi impediva di camminare, di dormire, stare sdraiata, seduta o in piedi. Decisi che sarei guarita nonostante il mio medico di base di allora mi disse “alla sua età non c’è più niente da fare”. Avevo appena 40 anni. Dopo pochi incontri con Ilhem, il dolore cronico si fermò. Ilhem mi ha insegnato ad ascoltare me stessa e il mio corpo, a mettere insieme i tanti pezzi sparsi del puzzle della mia vita. Insieme iniziammo ad andare a fondo, ad indagare nella profondità del mio essere. Ho scoperto cose di cui non ero nemmeno consapevole, ho superato paure che mi portavo dentro da tantissimo tempo. Grazie ad Ilhem sono riuscita a darmi una nuova vita, acquisire maggiore consapevolezza, una serenità mai provata prima e le sarò sempre grata per avermi mostrato una nuova via nell’affrontare le difficoltà!”

I sintomi fisici vogliono comunicare con noi:

“Il percorso che ho iniziato con Viviana è stato una conseguenza di una problematica fisica molto fastidiosa, una cataratta ad un occhio. Durante i trattamenti ho la tendenza a rilassarmi molto. Per me è un continuo viaggiare nel profondo di me, a volte sogno o comunque vedo immagini, altre volte mi accorgo che le notti successive sogno moltissimo, altre volte ancora sento, per un breve momento, dei punti del mio corpo in tensione, è un fastidio/dolore che si sposta, come se ci fosse più energia in quel punto che deve uscire. Dimenticavo, dopo qualche trattamento energetico fatto con Viviana ho rifatto il controllo alla vista e la mia sofferenza all’occhio si è ridotta moltissimo, anche l’oculista è rimasta piacevolmente sorpresa.”

Sette giorni per il perdono:

“Il percorso sui 7 giorni del perdono mi è piaciuto tantissimo e mi ha dato tantissimo. E’ stato un’occasione per lavorare in maniera molto intensa su me stessa. Ilhem è stata davvero molo brava a guidarci nei vari processi e a condurre il gruppo. Mi sono piaciuti sia i vari processi del perdono ma anche il loro significato più profondo. Vivendoli in prima persona ho avuto modo di cogliere pienamente la loro potenza. Grazie Ilhem”.

Accogliere i doni che la vita ci offre:

“La mia esperienza con Mauro è iniziata diverso tempo fa. Cercavo la soluzione ad un problema. Abbiamo percorso molte strade insieme. Tutte hanno contribuito a definire dove avevo bloccato il mio sentire, e dove avevo dato il comando alla mia mente di farmi rimanere nella comfort zone. Non ricordo come siamo arrivati alla mia sensibilità o percezione della parte sinistra del mio corpo, in particolar modo del mio avanbraccio e mano sinistri. Come avevo detto a Mauro questa sensibilità si è sbloccata molti anni fa dopo una seduta di reiki fatta da mia moglie che ha l’abilitazione di secondo livello. Ricordo che alla fine ebbi una reazione di pianto e avvertii un formicolio nella mano sinistra che non mi lasciò per tutta la giornata. Avevo il desiderio di imporla sulle altre persone ma in quella prima occasione non ho dato molto seguito alla cosa. Avvenne poi che mia moglie si trovò un nodulo al seno. Chiamò il suo amico Carmine che è un pranoterapeuta e che le consigliò di approfondire i controlli. Mia moglie mi incoraggiò a sentire con la mia mano e quando la passai sul suo seno la mia mano sinistra si attivò percependo uno sfrigolio, solo sulla parte del nodulo. I controlli medici individuarono un tumore; ora fortunatamente è tutto risolto. Assieme a Mauro ho fatto alcuni lavori energetici e cognitivi che mi hanno permesso di ritrovare quel flusso, e accedere a quel canale, a quella energia che mi ha permesso in seguito di aiutare alcune persone. Quello che sento sono i blocchi e quello che penso di fare è rimuovere questi impedimenti che non permettono all’energia di fluire liberamente e conseguentemente alleviare alcuni dolori e malesseri. In questo periodo alcune persone si sono avvicinate a me per un aiuto e, facendo un po’ di forzatura sia sulla mia innata timidezza e sul mio scetticismo, ho deciso di concedermi questa occasione per testare le mie capacità. Non nascondo di provare paura per questa cosa così diversa e per me non usuale.”

Il percorso online di Silvia:

“Grazie per questa serata piena d’intensità. Quanta gratitudine per la nostra connessione anche se non siamo in presenza . Io oggi sono un fiume in piena. Sento che qualcosa si è sbloccato. Mi sono apparse persone da perdonare che non immaginavo. Grazie a tutti per il sostegno del gruppo, ho sentito forte l’energia”.

La passione che ci muove:

“Mauro e Viviana sono una certezza. Come tutte le persone mosse da passione per quello che fanno, mettono la loro anima al servizio di una grande chiamata. Mi ha sempre affascinato il loro modo complice di lavorare insieme ed hanno tanto da trasmettere, al di là delle parole, oltre ogni considerazione dell’ego. Cercando quel contatto tra esseri che trascende il tempo e lo spazio, possono condurti in un non-luogo in cui non puoi far altro che incontrare te stesso. La loro formazione olistica, dettata dalla curiosità e dalla consapevolezza che non può esistere un solo metodo per definire l’essere umano, lascia spazio a un grande respiro in cui chiunque può sentirsi accolto e a casa.”

Accettare gli altri per tornare a sorridere:

“Buongiorno mi chiamo Nadia ho 46 anni e sono arrivata ad incontrare Mauro e Viviana perché vivevo un momento molto difficile della mia vita. Posso dire che scappavo da me stessa Non capivo che cosa stavo cercando, volevo cambiare qualcosa nella mia vita ma non sapevo esattamente che cosa volevo. Mi ero trasferita da un’altra nazione e un po’ alla volta mi ha raggiunto mio marito e i miei due figli. Si andava avanti così anno dopo anno, lavoro, preoccupazioni, soldi, problemi famigliari, la casa da costruire e cosi via. Quasi tutto quello che avevo nella mia patria l’ho trascinato qui. Dopo quindici anni che vivevo qui in Italia ho incominciato a comprendere che ‘era qualcosa che non andava, continuavo a chiedermi cos’è che non funzionava, in che cosa stavo sbagliando, non mi sentivo realizzata ed ero infelice. Mi sono fatta molte domande e stavo cercando altrettante risposte. Credo che l’universo, Dio o ciò in cui crediamo, piano piano ti porta a sentire queste risposte e arrivano sempre al momento giusto, quando sei pronta ad accoglierle e comprenderle ma con il cuore, non tanto con la testa. Continuavo a chiedermi perché vivevo nella sofferenza e nel buio totale, perché ci sono realtà diverse dalla mia dove vedo famiglie felici che si godono la vita? Mentre invece altre persone soffrono e non vedono la luce. Piano, piano ho iniziato ad incontrare le persone “giuste” e da lì a poco sono giunte le risposte che cercavo. Leggendo il libro consigliato da una mia amica: Ogni sintomo è un messaggio, lei poi mi ha suggerito di andare presso l’Associazione culturale Il Volo delle Colombe da Mauro e Viviana. Due persone speciali che piano piano rispettando i miei tempi mi hanno accompagnata nella mia crescita interiore. Ho conosciuto la mia bambina interiore, ho compreso il perché di alcune cose che mi accadevano nella vita e non ne riuscivo a cogliere il senso. Grazie al lavoro di Mauro e Viviana è accaduto qualcosa che, pensandoci ancora oggi, mi porta una profonda commozione. Ricordo che attraverso il loro lavoro sono riuscita in un’impresa quasi impossibile, sono riuscita a perdonare mio padre, non è accaduto subito, ci è voluto del tempo. Sono lavori che hanno bisogno di tempo per essere compresi nella loro complessità e profondità, quando la persona è pronta a vedere e accettare alcune cose, e sono riuscita a vivere questo perdono prima che lui morisse. Poi ho continuato con i miei fratelli e con mia sorella e ho smesso di volerli cambiare. Essendo la maggiore pensavo di fare tutto giusto, di essere nel giusto rispetto a loro, creando poi il loro allontanamento in quanto non accettavano le mie modalità, il mio atteggiamento e comportamento. Sono riuscita a vedere da dove arrivava questo atteggiamento in me e il perché pensavo ed agivo con loro ancora come quella bambina di sette, otto anni che la vita e le situazioni famigliari avevano obbligato a prendersi delle responsabilità enormi, molto grandi anche per un adulto. Ho compreso che non avevo ne il diritto ne il potere di cambiare le persone, soprattutto quelle vicine a me ma potevo cambiare me stessa. Ho compreso che ognuno aveva il diritto di essere se stesso e io di accettare il loro modo di essere. Quando ho compreso con il mio cuore tutto questo ho iniziato a vedere la luce in fondo al tunnel. Da troppi anni non vedevo quella luce. Mi attiravo ciò che sentivo e che mi abitava dentro. Quando ho iniziato ad amarmi davvero e a cambiare ciò che vivevo con me stessa nel mio intimo, ho visto cambiare la realtà fuori da me. Cambiavano e persone intorno a me, alcune si allontanavano e altre spontaneamente si avvicinavano, dandomi sempre più risposte alle mie domande. Oggi non posso dire di essere al massimo della felicità, come tutti ho i miei piccoli grandi problemi, ma ho la salute e l’armonia nella mia famiglia. E’ cambiato totalmente il modo di relazionarci in casa e di comunicare. Si risolvono le cose e anche loro iniziano a porsi delle domande. Credo che i lavori che si fanno con Mauro e Viviana all’inizio non tutti possono essere pronti a vedere alcune scomode verità che si portano dentro, altre possono essere dure a comprendere come lo ero io, orgogliosa e tenace nel fare tutto da sola e nel non chiedere mai nulla per me. Ho compreso che non siamo colpevoli ma responsabili di tutto ciò che ci accade, e quindi abbiamo l’abilità a rispondere a ciò che nella vita ci accade. Possiamo rassegnarci e adattarci vivendo costantemente nella paura e nella rabbia, nell’insicurezza e nella frustrazione. Oppure possiamo scegliere di amarci e di rispettarci e di comprendere come comunicare con gli altri senza aggredire o sminuire, ma dichiarare e trovare un accordo benevolo per tutti. Ringrazio di cuore Mauro e Viviana che con il loro modo di aiutarmi a cercare e trovare in me le risposte mi hanno permesso di ritrovare anche la mia famiglia e di essere finalmente in pace con il passato. Oggi posso guardare una foto di me da piccola e provare tenerezza e tanto amore. Grazie per avermi supportato e accompagnato in questo cammino che oggi continua serenamente e con una nuova energia che mai prima avrei pensato di provare. Grazie Mauro. Grazie Viviana.”

Quando il “non-perdono” può bloccare la nostra vita:

“Ho conosciuto Mauro per la prima volta quando avevo 16/17 anni. Mi trovavo in una situazione di disagio dal punto di vista agonistico, avevo cambiato gruppo sportivo e aumentato carico e qualità degli allenamenti, ma continuavo a perdere competizioni. Quella fu la ragione per la quale andai da Mauro e nel giro di poche sedute, vennero a galla i problemi con mio padre. Ho avuto un padre abbastanza assente e giudicante. Non potevo confidarmi con mio padre e nemmeno sentirmi a mio agio intorno a lui, fino al punto che a malapena lo consideravo mio padre. La mia incapacità di realizzarmi dal punto di vista sportivo era strettamente legata alla relazione con mio padre ed in particolare ad alcuni eventi chiave successi da bambino. Mi sentivo in colpa nei confronti di mio padre e mai all’altezza delle aspettative che io stesso mi prefissavo. Quello che era iniziato come un “semplice” problema sportivo presto divenne un percorso per perdonare mio padre. Ricordo ogni seduta, ricordo l’intensità e la difficoltà nel rivivere esperienze passate che erano sempre più presenti ma nel giro di diverse settimane fui capace di lasciare andare un’immensa zavorra e amare per davvero mio padre. Da un anno a quella parte ero in grado di dire a mio padre “ti voglio bene” genuinamente ed ad accettare tante altre esperienze del mio passato. Da allora iniziai una collaborazione con Mauro, andavo da lui molto sporadicamente durante gli anni, visto che potevo usare autonomamente tante delle pratiche legate alla respirazione e all’introspezione, all’ascolto del corpo quando provavo dei disagi o dei malesseri. Andavo da Mauro ogni volta che riuscivo ad identificare un problema e mi sentivo pronto per affrontarlo. Le sedute erano molto concentrate per un periodo inferiore alle due settimane con “compiti” da fare a casa per smantellare i vari blocchi emotivi e prendere consapevolezza. Ma a parte queste descrizioni puramente pratiche, il percorso con Mauro mi ha cambiato la vita. Con lui ho smantellato blocchi emotivi e rafforzato la mia personalità. Pochi anni dopo quella prima chiacchierata con Mauro ho sperimentato uno dei periodi più difficili nella mia vita da giovane adulto e sono sicuro che non sarei dove sono senza la decisione di sedermi sulla sedia opposta alla sua e iniziare a parlare con me stesso e con quel ragazzino che c’è in me.”

I percorsi permangono dentro di noi:

“Nel corso di questi mesi di “isolamento” ho compreso quanto l’esperienza del percorso sul perdono mi abbia aiutata nel vivere con maggiore leggerezza e serenità. Più volte ho ricordato i messaggi del percorso e l’esperienza vissuta. Spero poter ripetere questa bella esperienza. Grazie.”

Illumina il buio che ti circonda:

“Sono approdata al volo delle colombe da Viviana e Mauro a novembre 2013, in un momento molto difficile della mia vita. Dopo tanti altri già vissuti in precedenza, forse davvero il più difficile. Avevo perso quasi tutto, dopo un evento fortemente traumatico e sofferto per me, la morte del mio compagno di soli 44 anni a causa di una malattia in 9 mesi. Io stessa avevo perso la forza che sempre mi ha contraddistinto oltre alla fiducia ormai nella vita, nel domani ed in me stessa. Io posso dire oggi a posteriori ed a gran voce che Il mio primo incontro con Viviana e Mauro è stato indubbiamente la mia salvezza. In quell’occasione fu Mauro a “raccogliermi” in tutta la mia fragilità. Senza che io avessi raccontato quasi nulla di ciò che stavo vivendo, lui mi ha letta dentro, ed è riuscito ad aiutarmi a “far pace con me stessa circa due lutti importanti” oltre che a farmi accogliere il mio grande dolore, un dolore che mi abitava da anni ormai e che facevo di tutto per controllare e non manifestare. Mi ha molto aiutata guidandomi ed accompagnandomi in un percorso interiore che mi ha in poco tempo permesso di trasformare quel mio vissuto tanto pesante e sofferto, in un motore per la mia effettiva rinascita. Se dovessi descrivere brevemente il lavoro di Mauro e Viviana direi che aiutano le persone a realizzare miracoli. Io ne sono una testimonianza vivente. Non finirò mai di esser loro grata per avermi portato luce quando tutto intorno a me era completamente buio. Mi hanno accompagnata con rispetto, pazienza e senza alcun giudizio alla scoperta di una me stessa che non sapevo nemmeno di possedere. O forse che temevo di scoprire… Mi hanno insegnato tante tante cose, e mi hanno davvero accompagnata facendomi sentire amata, esattamente per quella che sono. Grazie infinitamente a loro, sempre e per sempre.”

Libera il tuo perdono:

“I processi di perdono sono stati sia profondi che liberatori. Esplorare ed ascoltare il mio corpo mi ha aiutata a staccarmi momentaneamente dal mio Io e di scoprire di essere fatta di rispetto, accoglienza, resa, e molta serenità, qualità che ultimamente ho difficoltà a portare all’esterno. Oggi mi sento più leggera, ho acquisito un altro punto di vista, e mi sento un poco più forte. Bellissimo il lavoro in gruppo e bravissima Ilhem. La dolcezza della tua voce arriva al cuore di tutti noi”.

Le emozioni e il corpo:

“Qualche anno fa partecipai ad una serata riguardante le emozioni, su come influiscono sul corpo. Il relatore Mauro poi parlò di un percorso riguardante il bambino interiore, su come i blocchi che ha subito influenzano il nostro vivere. Decisi di partecipare anche se l’idea di lavorare in gruppo non mi attirava particolarmente. Fui molto stupita di scoprire lati di me che non conoscevo e i giorni seguenti fu un susseguirsi di emozioni. Ho imparato a vedere da un’altra prospettiva. Grazie Mauro.”

Laura ed il bellissimo processo del perdono:

“Una delle cose che ho compreso grazie all’esperienza vissuta in questi giorni è che il perdono è un PROCESSO, qualcosa che ha bisogno di TEMPO per essere interiorizzato e attualizzato. Non è una cosa che può avvenire dall’oggi al domani. Serve restare in ascolto delle proprie emozioni, accoglierle affinché si possano trasformare. A me è servito moltissimo! Mi sono accorta che nella mia vita qualcosa è cambiato; c’è stata una vera TRASFORMAZIONE. Spesso si pensa che il perdono sia un regalo che noi facciamo ad altri; Io ho scoperto che perdonando, il primo regalo l’ho fatto a me stessa. Perdonando alcune figure presenti nella mia vita, lavorando su ricordi antichi e di conseguenza su alcune parti di me, mi sono RIAPPACIFICATA con me stessa e questo mi ha permesso di trovare una maggior serenità e un grande benessere. Lasciando andare rabbia e rancore ho sperimentato un benessere, una PACE interiore che non avevo mai sperimentato prima. Certo ci è voluta forza e coraggio. Spesso mi sono rivolta a QUALCUNO al di sopra di me perché mi aiutasse a scegliere ogni giorno il perdono. Ritengo sia stato un lavoro molto utile, direi quasi necessario anche per il mio futuro lavoro di counselor. Riappacificarci con le nostre parti interiori credo sia indispensabile per porci poi nei confronti di eventuali clienti con il giusto atteggiamento. Più stiamo bene con noi stessi più siamo utili ad altri. Grazie Ilhem per questa tecnica meravigliosa”.

Possiamo sempre rialzarci:

“Ci sono momenti della vita in cui non sai più come procedere, o meglio sai che se “cadrai” ancora non riuscirai ad alzarti. Qualche anno fa mi sono ritrovata lì, e consapevole di aver bisogno di un aiuto esterno ho cominciato il confronto con professionisti e tecniche antiche e nuove. Poi (mai per caso!) partecipai ai seminari tematici di Mauro e Viviana: quante porte si aprirono! Quanti collegamenti, quante domande, quanta voglia di approfondire! Insieme a Mauro ho seguito un bellissimo percorso: mai un giudizio, mai un devi o non devi fare, solo una guida competente e profonda che mi hai aiutata a guardarmi da lontano, a sentire ciò che le emozioni e il corpo mi dicevano, ad allontanare un po’ i pensieri. Mauro e Viviana sono sempre nel mio cuore, sempre con me quando mi ritrovo in schemi vecchi e riesco a vederlo e in parte a cambiarli. Che dire? So che per me ci sarete sempre.”

Guardarsi dentro non è mai uno sbaglio:

“Vi scrivo per raccontarvi il mio percorso di crescita personale. Circa 5 anni fa, quando spinta dalla voglia e dal desiderio di cambiare radicalmente la mia vita ho conosciuto Mauro e Viviana, la mia vita è cambiata, ho capito che per cambiare la mia vita dovevo cambiare prima di tutto me stessa, che tutto quello che mi accadeva era dipeso da me perché il nostro mondo è il riflesso della nostra coscienza. Così ho iniziato il mio percorso, ho visto in Mauro e Viviana delle guide che con professionalità gentilezza ed amore mi hanno guidata verso la luce, sono riuscita a cambiare le mie credenze limitanti, accettare e perdonare ciò che rifiutavo, amare ogni parte di me ed aprire il mio cuore alla vita. E oggi ho recuperato il rapporto con mio padre e mio fratello, ho migliorato nettamente la mia relazione di coppia, sono riuscita a cambiare un lavoro che non mi soddisfaceva più e mi sono liberata da tante insicurezze e paranoie che mi perseguitavano e mi impedivano di vivere come volevo la mia vita. Ora tutto ha un senso, sono consapevole di me, vedo tutto in modo diverso e ho risposto a molte domande che mi sono fatta per molti anni.”

Guardare con fiducia al futuro:

“Chi più chi meno, soprattutto al giorno d’oggi, inciampa sempre nelle problematiche della difficile vita. Ho avuto l’occasione e la fortuna di incontrare Mauro e Viviana, due anime che ti entrano subito nel cuore per la loro semplicità e professionalità. Per farla breve la mia vita non è fatta solo di strade asfaltate. Grazie agli incontri personali e i corsi che propongono sono riuscito a conoscere me stesso, a sapermi apprezzare e valorizzare, guardando con fiducia al mio futuro e lavorando sul mio presente. Senza presunzione ma piena consapevolezza ho preso in mano la mia vita e LE COSE SONO MAGICAMENTE CAMBIATE. Sono infinitamente riconoscente a questi amici per quanto ricevuto. Forse, anche per il mio carattere, non l’ho mai dichiarato, questa è l’occasione giusta e opportuna. Grazie, Grazie, Grazie a voi , Viviana e Mauro!”

Oltre il muro cosa c’è?

“Ho iniziato delle sedute individuali con Mauro essendo da tempo interessata a capire alcune memorie emozionali che facevano sì che ripetessi uno schema senza capire da dove arrivasse e se effettivamente alcuni atteggiamenti e il modo di approccio nelle mie relazioni fosse mio o al contrario provenissero da dinamiche familiari che, talvolta, senza accorgercene, riproponiamo nella nostra vita. Mauro mi ha dato un grandissimo aiuto a vedere oltre quel muro, mi sono trovata a mio agio fin da subito essendo lui una persona molto empatica, dolce, accogliente, disponibile, fidata e ha una preparazione completa e grande conoscenza.”

Il corpo racconta la nostra storia:

“Conobbi Mauro e Viviana grazie ad amici che mi invitarono a partecipare ad una delle serate proposte dall’associazione, che trattava proprio degli organi che da anni mi causavano problemi non indifferenti. Iniziò così un percorso personale durato 3 anni, dove venni accompagnata da Mauro a comprendere quali fossero le dinamiche errate che inconsciamente attuavo e che portavano inevitabilmente al mio stato di malessere. Ho imparato ad ascoltarmi e a recepire i segnali che il corpo ci trasmette. Non posso che essere grata a Mauro e a Viviana per avermi aiutata a riscoprire la parte migliore di me.”

Mamma e figlia, un rapporto speciale ma complesso:

“Voglio ringraziare Ilhem per tutte le consapevolezze che mi sono arrivate grazie alle sessioni fatte insieme lo scorso inverno. Applicando ciò che è venuto fuori nel corso dell’incontro, le cose sono veramente cambiate in meglio con mia figlia, non immaginavo niente di simile! Ci volevi proprio TU, io da sola non ci sarei mai arrivata. I cambiamenti nel nostro rapporto sono notevoli. Ancora grazie e ti abbraccio con affetto”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi